Direttiva Macchine

Un articolo dell’area: Norme e Direttive

Che cosa è

E’ una direttiva della Comunità Europea che armonizza norme già esistenti e che definisce i requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute di portata generale.

A chi si applica

Si applica alle macchine, come definito dall’Allegato I della stessa, ed anche ai componenti di sicurezza immessi separatamente sul mercato ed alle quasi macchine.

Cosa è una macchina

“Macchina è un insieme di pezzi o organi, di cui almeno uno mobile, collegati fra loro ed eventualmente con azionatori, con circuito di comando e di potenza, ecc. connessi solitamente per un’applicazione ben determinata, ad esempio per la trasformazione, il tratta-mento, lo spostamento ed il condizionamento di un materiale”.

Cosa è un componente di sicurezza

“Componente di sicurezza è un componente, purché con attrezzatura intercambiabile, che il fabbricante o il suo mandatario stabilito nella Comunità immette sul mercato allo scopo di assicurare, con la sua utilizzazione, una funzione di sicurezza e il cui guasto o cattivo funzionamento pregiudichi la sicurezza o la salute delle persone esposte”.

Cosa è una “quasi macchina”

“Insieme che costituisce quasi una macchina, ma che da solo non è in grado di garantire un’applicazione ben determinata. Le quasi macchine sono unicamente destinate ad essere incorporate o assemblate ad altre macchine o apparecchi”

Attenzione: Se per una macchina i rischi sono principalmente di origine elettrica, questa macchina è disciplinata esclusivamente dalla Direttiva Bassa Tensione 73/23/CEE relativa al materiale elettrico destinato ad essere utilizzato entro certi limiti di tensione.

Esenzioni: “Se per una macchina o un componente di sicurezza i rischi di cui alla presente direttiva sono previsti in tutto o in parte da direttive comunitarie specifiche, la presente direttiva non si applica” inoltre nell’articolo 1.2 sono elencati casi specifici di non applicazione.

Come si riconosce la conformità

Gli stati membri riconoscono la conformità di una macchina dall’applicazione della marcatura CE accompagnata dalla dichiarazione CE di conformità e quella di un componente di sicurezza dalla dichiarazione CE di conformità.

Allegati
  • I: Definisce i criteri ed i requisiti essenziali della sicurezza
  • II: Definisce i contenuti delle dichiarazioni di conformità
  • III: Definisce le caratteristiche della marcatura CEIV-V=Elencano i tipi di macchine ed i componenti di sicurezza a cui si applica la direttiva.
  • VI: Definisce le istruzioni per l’assemblaggio delle quasi macchine
  • VII: Definisce i contenuti del fascicolo tecnico
  • VIII: Definisce la dichiarazione di conformità
  • IX: Definisce gli esami di certificazione
  • X: Definisce la qualità totale
  • XI: Definisce i criteri minimi che devono essere rispettati dagli stati membri per gli enti certificatori La norma EN954-1 è stata sostituita dalle nuove EN13849-1/2006 e IEC EN 62061-1/2005 che prevedono la valutazione di un rischio ammissibile e la sua probabilità nel tempo in funzione dell’architettura del sistema. In particolare: PL= Performance Level e SIL= Safety Integrity Level. Il grafico che segue, tratto dalla EN ISO 13849-1, consente di determinare il PL richiesto per il sistema in esame. La responsabilità della determinazione della categoria di sicurezza riguarda comunque i progettisti ed i costruttori che devono osservare le norme vigenti, indipendente-mente da quanto riportato nel presente catalogo. Direttiva Macchine: 2006/42/CE – 17 Maggio 2006(modifica la 98/37/CE)
  • S: Risultato dell’incidente
  • S1: Lesione leggera
  • S2: Lesione seria ed irreversibile o morte
  • F: Presenza nella zona pericolosa
  • F1: Da rara a frequente
  • F2: Da frequente a permanente
  • P: Possibilita’ di prevenzione
  • P1: Possibile in certe circostanze
  • P2: Quasi impossibile
  • L: Low – Bassa contribuzione alla diminuzione del rischio
  • H: High – Alta contribuzione alla diminuzione del rischio